DOTT.SSA DEBORAH MARADINI

Psiconcologia - Cure Palliative - Elaborazione del lutto

La psiconcologia è un'area di interesse multidisciplinare perché condivide i suoi confini con le maggiori specializzazioni dell'oncologia (oncologia medica, radioterapia oncologica, chirurgia), della psichiatria, della psicologia e delle scienze biologiche (es. immunologia, patologia genetica) ed analizza in un’ottica transculturale due significative dimensioni legate al tumore:

a) l’impatto psicologico e sociale della malattia sul paziente, sulla sua famiglia e sull’équipe curante;
b) il ruolo dei fattori psicologici e comportamentali nella prevenzione, nella diagnosi precoce e nella cura delle neoplasie.


La psiconcologia si preoccupa di riconoscere e trattare i fattori bio-psico-sociali che accompagnano la patologia oncologica; si rivolge ai pazienti, ai familiari e agli operatori del settore; declinandosi in ambito clinico-assistenziale, (assessment, sostegno, counselling, psicoterapia individuale e/o di gruppo, sostegno al personale curante), di ricerca, di prevenzione e formazione.

La psiconcologia rappresenta quindi un’area clinica interdisciplinare fondamentale per l’attuazione di un sistema di cura che tenga conto della globalità dei bisogni del malato e richieda l’intervento di figure professionali appositamente formate in questo settore.


Perché rivolgersi ad uno psiconcologo?

La tristezza, l’ansia, la paura sono manifestazioni che si accompagnano ad una diagnosi di tumore.
Purtroppo però il 40% delle situazioni di malattia oncologica sono accompagnate da disturbi classificabili secondo l’ICD-10 o il DSM-5 tra depressione maggiore o reattiva, distimia, disturbi dello spettro ansioso e dell’adattamento.
E’ noto che la malattia oncologica e gli stati emotivi ad essa correlati incidano sulla qualità della vita intesa in tutti i suoi aspetti: psicologica, affettiva, sociale e professionale.
I disturbi psicopatologici, in particolare le condizioni depressive, sono fattori di rischio del peggioramento della qualità della vita, dell’aumentato disagio psichico nella famiglia, della ridotta aderenza ai trattamenti e dell’alterata relazione medico-paziente, con sviluppo di “abnormal illness behavior”. (Curr Opin Psychiatry. 2006 Jan;19(1):54-60.) Inoltre, i disturbi psicopatologici correlano con l’aumento dei tempi di recupero, di riabilitazione e di degenza, con la minore efficacia biologica della chemioterapia, con il marcato aumento del rischio di suicidio, con l’incremento del rischio di recidiva della malattia e con la riduzione dei tempi di sopravvivenza.

Cosa può fare uno psiconcologo?

Lo psiconcologo può aiutare le persone su diversi livelli:

SUPPORTO PSICONCOLOGICO PER IL PAZIENTE


OBIETTIVO: Migliorare la Qualità della Vita dei pazienti.

AZIONI:

  • Fornire interventi di counselling psiconcologico mirati per affrontare la malattia, le terapie, e le conseguenze delle stesse.
  • Aiutare il paziente a riorganizzare la quotidianità, inevitabilmente, mutata dall’evento malattia e dai successivi trattamenti.
  • Far acquisire, potenziare e ottimizzare al paziente abilità comportamentali e sociali per far fronte alle difficoltà pratiche derivanti dagli esiti della malattia e dei trattamenti.
  • Valorizzare e potenziare gli aspetti positivi della quotidianità.
  • Migliorare la Qualità di Vita.


SUPPORTO PSICONCOLOGICO DEL FAMILIARE/CAREGIVER


OBIETTIVO: Sostenere i nuclei familiari che si trovano improvvisamente ad avere a che fare con questa patologia e in particolare supportare il caregiver nel difficile ruolo di prendersi cura dell’altro.

AZIONI:

  • Fornire interventi di counselling psiconcologico.
  • Aiutare il contesto familiare a riorganizzare la quotidianità, inevitabilmente, mutata dall’evento malattia del paziente e dai successivi trattamenti.
  • Far acquisire, potenziare e ottimizzare abilità comportamentali e sociali per far fronte alle difficoltà pratiche derivanti dagli esiti della malattia del paziente e dei trattamenti.
  • Garantire un supporto costante alla famiglia in tutte le fasi della malattia del paziente e nella successiva elaborazione del lutto.
  • Organizzazione di gruppi di auto mutuo aiuto.
  • Sostenere i familiari nell’elaborazione del lutto.

Servizi di supporto psiconcologico attivi presso
Fondazione Besta Milano – servizio offerto da CPA ONLUS
Ospedale San Gerardo – Monza – servizio offerto da CPA ONLUS
Medica Etica – Seregno - servizio offerto da CPA ONLUS

Servizi privati
Consulenza in studio – Legnano
Consulenza online

Esperienze pregresse
lIBERA…MENTE - AITC – Fondazione Besta (Leggi i volantini - clicca sulle immagini sottostanti)

 

 


ATHENA – telefono donna – Ospedale Niguarda (Leggi i volantini - clicca sulle immagini sottostanti)